Image Hosted by ImageShack.us
Abitate in una delle citta’ italiane coperte dal servizio online del quotidiano La Repubblica, e avete un account che vi permette di leggere il formato elettronico direttamente sul web?
Bene, con larepubblicaDL, software recentemente ri-adattato per il nostro GNU/Linux, è possibile scaricare e archiviare (in html) le varie edizioni di questo giornale.

Per una breve panoramica, riporto le informazioni ufficiali di Francesco Cosoleto:

Introduzione

Il quotidiano La Repubblica è leggibile su Internet in una versione che riproduce il contenuto dell’edizione distribuita in edicola, completa anche delle varie edizioni locali disponibili per alcune città italiane.

LaRepubblicaDL vuole agevolare la possibilità di usufruire di questo servizio permettendo in primo luogo un download automatico e veloce dei dati, un prelevamento multiplo dell’edizioni, con una sistemazione dei file in modo ordinato e pratico, adatto all’archiviazione, per tutti i formati proposti.

Il software e il suo codice sorgente vengono distribuiti dall’autore gratuitamente e con licenza GNU GPL, con lo scopo di favorire la lettura del quotidiano, senza legami commerciali, o d’altro tipo, con l’editore della pubblicazione.

Se il programma è di vostro gradimento e se ne vuole incoraggiare la manutenzione e lo sviluppo, fatemi sapere che lo state utilizzando, oppure potete fate una donazione.

Requisiti per l’accesso

Nel momento in cui si scrive, la visione del quotidiano non è gratuita. Ci sono forme di abbonamento che durano 24 ore (attivabile automaticamente con un numero di telefono), o forme di abbonamento da un 1 mese, 6 mesi, 12 mesi, oppure di 30 o 60 copie (ed acquistabili con vari metodi di pagamento).

Per informazioni più dettagliate e aggiornate si può fare riferimento a questo indirizzo: La soluzione con accesso di 24 ore permette di recuperare oltre all’edizione giornaliera, anche le quindici precedenti.

Il software è disponibile per le piattaforme Windows, Linux e Macosx. Attualmente manca il pacchetto .deb, ma sono disponibili i sorgenti che richiedono come unica dipendenza le librerie di sviluppo libcurl. Vediamo come installarlo su Zenwalk e sulla nostra Ubuntu:

Zenwalk (Slackware):

Scaricare il pacchetto .tgz e installarlo con:

installpkg larepubblicadl-0.0.9b-i486-2sl.tgz

Sorgenti (Zenwalk e Ubuntu):

Prima le dipendenze:

  • Zenwalk

  • su
    netpkg curl

  • Ubuntu
  • sudo apt-get install libcurl4-dev

    Scarichiamo i sorgenti e scompattiamoli nella home per compilarli:

  • Download larepubblicadl-0.0.9b.tar.bz2
  • tar xjvf larepubblicadl-0.0.9b.tar.bz2
    cd ~/larepubblicadl-0.0.9b
    ./configure && make
    sudo make install

    NB: Utilizzare “root” per Slackware.

    Spostiamo il file di configurazione larepubblicarc nella nostra /home
    :

    mv ~/larepubblicadl-0.0.9b/larepubblicarc ~/.larepubblicarc

    Dopo l’installazione da .tgz, per quanto riguarda Zenwalk, potrebbe non essere presente tale file. In questo caso generiamo un semplice file di testo col nostro editor preferito (mousepad):

    mousepad ~/.larepubblicarc

    All’interno incolliamo quanto segue..e poi salviamo:


    Username=”nomeutente”
    Password=”password”
    SalvaIn=”~/LaRepubblica/”
    # Torino, Roma, Palermo, Napoli, Milano, Genova, Firenze, Bologna, Bari

    EdizioniLocali=

    # valori possibili: doppie

    FrecceScorrimento=

    Nel file di configurazione è possibile inserire il nome utente e la password se si dispone di un abbonamento, ed indicare le edizioni locali che si vogliono scaricare insieme a quella nazionale. Lanciamo il programma con le impostazioni di default:

    larepubblicadl

    Caricamento configurazione…
    Inizio prelevamento
    * Edizione_09_Giugno_2008/
    – Presa delle mappe dell’edizione…
    – Richiesta d’accesso per gli articoli
    – Presa degli articoli…

    NB: per tutte le opzioni del caso leggere l’ howto originale.

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    54.82.73.21

    Valutazione 3.00 su 5
    happy wheels 2 demo

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *