Grazie a Cristiano Bergoglio (un lettore del forum), per avermi fornito questa guida all’impostazione dei pulsanti multimediali sui nuovi notebook Acer Aspire.
Ve la propongo, su sua richiesta, in versione originale per innaugurare questa nuova categoria de ” Le guide dei lettori”.
😉

Image Hosted by ImageShack.us

Questo è il workaround definitivo per i 4 tasti multimediali dei notebook Acer
Aspire con design Gemstone.

I tasti in questione sono 4 ( in sequenza dall’alto in basso Play/pausa, Stop, Back e Forward ) e utilizzati piu’ che altro per i player multimediali.

  • Primo passo: modificare il file /etc/X11/xorg.conf:
  • 1-da terminale dare:

    sudo kate /etc/X11/xorg.conf

    2-modificare aggiungendo in Section “ServerLayout” la riga:

    InputDevice "Synaptics Touchkeys"

    ..e modificando la riga del touchpad con

    InputDevice "Synaptics Touchpad"

    3-modificare aggiungendo in Section “InputDevice” le righe:

    Section "InputDevice"
       Identifier     "Synaptics Touchkeys"
       Driver         "evdev"
       Option         "SendCoreEvents" "true"
       Option         "Device" "/dev/input/event2"
       Option         "Protocol" "auto-dev"
       Option         "AlwaysCore" "off"
       Option         "SendCoreEvents" "true"
    EndSection

    ..e modificando righe del touchpad con:

    Section "InputDevice"
       Identifier     "Synaptics Touchpad"
       Driver         "synaptics"
       Option         "SendCoreEvents" "true"
       Option         "Device" "/dev/input/event3"
       Option         "Protocol" "auto-dev"
       Option         "HorizEdgeScroll" "0"
       Option         "SHMConfig" "on"
    EndSection

    4-salvare e chiudere.

  • Secondo passo: aprire Adept_manager ed installare i pacchetti xbindkeys e xmacro
  • Terzo passo: configurare xbindkeys
  • .

    Da terminale dare:

    sudo kate /usr/xbindkeysrc

    ..ed incollarvi dentro le seguenti righe:

    "echo "KeyStr F17" | xmacroplay :0"
    b:17


    "echo 'KeyStr F18' | xmacroplay :0"
    b:18

    "echo 'KeyStr F19' | xmacroplay :0"
    b:19

    "echo 'KeyStr F20' | xmacroplay :0"
    b:20

    salvare e chiudere.

    N.B: se si usano queste definizioni ( F17, F18, F19 ed F20 ) si può comandare
    agevolmente Amarok e Kaffeine che permettono di scegliere, come tutti i
    programmi seri KDE, qualsiasi tipo di shortcut da tastiera, ma in Mplayer e
    VLC, per esempio, si possono scegliere solo degli shortcut da tastiera
    predefiniti; quindi una soluzione potrebbe essere inserire invece dei vari
    F17 etc. dei tasti previsti anche in VLC e compagnia..

  • Quarto passo: rendere eseguibile xbindkeys.
  • Da terminale dare:

    sudo kate /usr/share/autostart/tasti.desktop

    ..ed incollarvi le seguenti righe:

    [Desktop Entry]
    Comment=
    Comment[it]=
    Encoding=UTF-8
    Exec=sh tasti.sh
    GenericName=tasti
    GenericName[it]=tasti
    Icon=exec
    MimeType=
    Name=tasti
    Name[it]=tasti
    Path=/usr/bin
    StartupNotify=true
    Terminal=false
    TerminalOptions=
    Type=Application
    X-DCOP-ServiceType=
    X-KDE-SubstituteUID=false
    X-KDE-Username=

    Salvare e chiudere.
    Da terminale dare:

    sudo kate /usr/bin/tasti.sh


    ..ed incollarvi le seguenti righe:

    # bin/sh
    xbindkeys -f /usr/xbindkeysrc
    sleep 10
    exit

    Salvare e chiudere.
    Da terminale dare:

    sudo chmod +x /usr/bin/tasti.sh

  • Quinto passo: configurare gli shortcut da tastiera per ogni programma multimediale.
  • _________________________________________

    Con questa procedura si sistemano i tasti per ogni utente, perché xbindkeyssara’ attivo globalmente.
    Ovviamente ogni utente dovrà configurarsi gli shortcut all’interno dei suoi programmi multimediali.

    N.B: Unico piccolo difetto.. eventuali mouse e tastiere esterni devono
    essere collegati al notebook solo quando compare la schermata KDM di login e
    non all’accensione; se si riavvia il notebook bisogna scollegare dette periferiche prima della riaccensione.

    Lo schema di principio è:

    – Per qualche motivo lo xorg.conf si configura maluccio da solo e
    fonde gli eventi dei tasti multimediali probabilmente con quelli del touchpad
    perché quei tasti sono un secondo touchpad ( sono tasti a sfioramento
    illuminati di blu ) quindi bisogna separargli gli eventi a cui puntare

    – Si deve puntare lo xorg.conf ad event 2 ed event 3.
    Se si collegano mouse e tastiere esterni gli events cambiano numerazione ( mette prima gli
    esterni e dopo gli interni ). Ecco perché attacare roba del genere esterna
    dalla schermata di login in poi ( ho provato a lavorare con le regole UDEV
    per automatizzare ma non sono arrivato a nulla )

    – Si deve gestire il touchpad dei tasti multimediali con il driver evdev
    perché così verranno restituiti degli eventi bottone mouse n. 17, 18, 19 e 20
    che mai nessun mouse reale avrà ed xbindkeys non andrà mai ad incasinare i
    mouse “veri”.

    – Si usa xbindkeys per dire ad evento bottone mouse n. 17, 18 etc. esegui un
    certo comando secondo quanto specificato nel file di configurazione
    xbindkeysrc ( ecco spiegato il comando xbindkeys -f /usr/xbindkeysrc ).

    – Si usa xmacro per avere il comando xmacroplay che simula la pressione di un
    tasto della tastiera ( questo perché gli shortcut si possono generare solo da
    eventi tastiera e non da eventi mouse )

    – Si crea il file tasti.desktop ed il tasti.sh per automatizzare l’avvio di
    xbindkeys a tutti gli utenti ( già creati o di futura creazione ) e così funziona perché sono processi attivati dopo il login ( da come ho capito ).

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    54.86.132.30

    Valutazione 3.00 su 5
    happy wheels 2 demo

    Category:

    Senza categoria

    Tags:

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *

    13 Comments

    • Bravo per aver aperto una sezione per le guide dei lettori 😀 e bravo anche perchè tra poco devo installare kubuntu sull’ acer gemstone della mia ragazza e questa guida mi servirà senz’altro…Ma non ci sono anche altri tasti sulla sinistra del portatile? mi sembra che ci sia un tasto per il accendere o spegnere il wi-fi, uno per il programma di posta elettronica, uno per il browser e forse un altro….e sulla destra oltre a quelli della guida, in alto c’è un pulsante che avvia il mediacenter invece che Vista, che penso si possa utilizzare comunque su kubuntu per avviare un altro programma a scelta in qualche modo.

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @Lex
      probabilmente gli altri tasti funzionano gia’ senza nessun intervento..e quelli non associati, come dici tu..il mediacenter, possono essere rimappati..
      😉

        Quota

    • darkmax86 ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      E per il modello prima (acer aspire serie 5630) c’è qualcosa di simile per i tasti multimediali?

        Quota

    • pixxx ITALY Mozilla Firefox Windows 11 anni ago

      Divilinux, io ho un HP Pavillion, e con KDE4 quando uso i bottoni per cambiare il volume, si apre un messaggio di notifica che dice “kmix maybe not running”, o simile, ma kmix è abilitato..

      la mia domanda cmq è: come faccio a gestire manualmente gli hotkeys in kde (4)? mi piacerebbe personalizzare ad esempio la granularità dell’incremento del volume (sempre ammesso che vada!)

      p.s.: NON HAI DETTO NULLA SULL’ULTIMA STRAVOLGENTE PUNTATA DI LOST!!! Cosa fa Kate con Aaron???

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @pixxx
      le combinazioni di tasti sono di solito svincolate dal desktop manager..e principalmente dipendono dall’acpi (infatti i tasti FN fanno parte degli acpi-events)
      Nei dell, nei toshiba, negli ibm, nei sony e negli asus c’e’ un modulo supplementare adibito a questa funzione..per tutte le altre marche, dove possibile, ci si deve arrangiare ad esempio con xbindkeys, come dimostrato in questo articolo.
      Io non conosco il tuo modello di notebook, quindi ti conviene visitiare Linux on Laptop cercando qualche guida di persone che gia’ hanno installato linux e che magari hanno risolto il problema dei tasti multimediali.
      Oltre all’acpi, se i tasti sono abilitati, a volte e’ necessario registrarne gli eventi (quindi si che dipende dal desktop manager..). Per quanto riguarda kmix, nelle impostazioni di solito c’e’ una sezione dedicata agli shortcut..e so che e’ possibile ad esempio registrare la classica “rotella” del volume ma nulla piu..
      Ultimamente seguo di piu’ Lost che gli sviluppi di kde4, anche perche’ probabilmente kde non lo utilizzero’ piu’. Venerdi’ quasi sicuramente ci sara’ un articolo che congiunge le ultime due puntate, per dar modo ai lettori di commentare e discutere sulle vicende degli “ex isolani”
      😀
      @darkmax86
      idem come sopra..prova a cercare una guida sull’utility acerhk..purtroppo non essendoci un metodo universale non posso nemmeno conoscere tutte queste cose

        Quota

    • 🙁 abbandoni kde? spero almeno che non ti venga in mente di usare gnome….

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @Lex
      [OT]
      Ho 57 computer..un kde da qualche parte glielo lascio..pero’ e’ naturale che non abbia piu’ l’entusiasmo di un tempo.
      Si continuera’ a parlare anche di kde qui..comunque.
      😉

        Quota

    • Avevo già provato tempo fa questa soluzione sul mio notebook acer ma, purtroppo, sussistono dei problemi particolarmente fastidiosi: in seguito ad un riavvio o ad uno spegnimento “non corretto” del sistema, infatti, spesso e volentieri UDEV decide di cambiare i nomi delle interfacce event*.
      Il driver evdev, purtroppo, restituisce i codici 17-20 solo se collegato ad interfacce di tipo event mentre il normale driver mouse, pur consentendoci di rimappare i tasti multimediali sui codici 17-20, non gestisce bene gli eventi di tipo press e release che dovrebbero essere associati al touchpad. Morale della favola? La cosa funziona per un po’ di tempo e poi comincia a dare problemi (o almeno per me è stato così!)

        Quota

    • masand ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      Divi, grazie molte per la guida… anche io ho il gemstone… e mi serviva proprio… GRAZIE!!!

      Una cosa sola, ma la guida è applicabile anche a GNOME (intendo dal quarto passo in poi)?

      Un saluto a tutti…
      masand

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @masand
      la guida non e’ mia, non ho nessun acer ne’ tantomeno gnome..ma credo proprio sia universale
      😉

        Quota

    • @masand
      la guida non è perfettamente applicabile a Gnome a partire dal quarto punto in poi, prima si; nel senso che il comando da dare tramite un terminale è sempre xbindkeys -f /usr/xbindkeysrc però non so come automatizzare il sistema in Gnome di modo che vada per tutti gli utenti, questo perché non uso Gnome e dopo averlo ampiamente provato preferisco continuare ad usare qualcosa di serio come KDE (ironia, no flame grazie!)

        Quota

    • A parte le dovute differenze (gedit invece di kate, ad esempio) queste indicazioni vanno bene anche per GNOME o sono specifiche per KDE?

        Quota

    • ah ok, non avevo letto l’ultimo commento…

        Quota