[youtube tH9X-Rk2g48]

Ok .. dopo la profonda delusione di kde4, in questi giorni sono andato a rinfrescare le mie conoscienze su di un ambiente desktop da me utilizzato qualche anno fa, in alternativa a kde3 (un DE di “riserva” fa sempre comodo)..giusto per essere pronto ad eventuali “scazzi” del momento e non farmi trovare impreparato nel caso decidessi di troncare la mia avventura pluriennale con la Grande Kappa.

Parlo naturalmente di Enlightenment (aka e17), e voglio cogliere questa occasione per aggiornare la precedente guida realizzata su misura per Kubuntu Feisty Fawn 7.04, lasciando da parte lo script easy_e17 in favore dei piu’ confortevoli pacchetti debian.
Per installare e17 su Kubuntu (o Ubuntu) 7.10 e’ sufficiente copiarsi i seguenti repository nel file /etc/apt/sources.list, ed importare la chiave pubblica:

sudo kate /etc/apt/sources.list

# e17
deb http://e17.dunnewind.net/ubuntu gutsy e17

Chiave pubblica:

wget http://lut1n.ifrance.com/repo_key.asc
sudo apt-key add repo_key.asc

Aggiorniamo la lista ed installiamo il core:


sudo apt-get update
sudo apt-get install e17

Non e’ necessario creare alcuno script per l’avvio di e17 perche’ il file di sessione viene autogenerato e aggiunto alla lista del nostro login manager (kdm o gdm).

Ora che abbiamo installato Enlightenment, veniamo al dunque. Esiste una splendida dock , o meglio..modulo-taskbar per e17, che si chiama Itask-ng e che proviene dal vivaio Google-code.

Installazione

Innanzitutto abbiamo bisogno delle librerie di sviluppo perche’ dobbiamo compilare itask-ng da sorgenti. Dato che non avevo precedenti installazioni, credo siano sufficienti quelle presenti nella lista seguente. Non e’ da escludere percio’ la necessita’ di installarne altre..a tal proposito basta far riferimento agli errori che di volta in volta riceviamo nell’output della compilazione:

sudo apt-get install libevas-dev libedje-dev libefreet-dev enlightenment-dev

Otteniamo i sorgenti da repository SVN:

svn checkout http://itask-module.googlecode.com/svn/trunk/itask-ng

..Oppure scarichiamo l’ultima release stabile da questo indirizzo:

  • Download Itask-ng
  • NB: Se il link non dovesse funzionare, seguiamo quest’altro indirizzo.

    Supponiamo di avere scaricato la versione itask-ng-0.2.4.tar.gz.
    Scompattiamo il tarball nella /Home (qui ci vorrebbe un alias per tutte le volte che l’ho scritto..LOL):

    tar xvfz itask-ng-0.2.4.tar.gz
    cd ~/itask-ng

    Lanciamo l’autogen.sh che a sua volta lanciera’ il configure:

    ./autogen.sh
    make
    sudo make install

    Al termine della compilazione, molto probabilmente, sara’ necessario eseguire questa piccola modifica (che sul wiki ufficiale e’ spiegato in maniera errata):

    sudo mkdir ~/.e/e/modules/itask-ng/linux-gnu-i486
    sudo cp -v ~/.e/e/modules/itask-ng/linux-gnu-i686/module* ~/.e/e/modules/itask-ng/linux-gnu-i486

    NB: in alcuni casi la directory /itask-ng viene rinominata solamente /ng.

    Si tratta, in poche parole, di creare una nuova directory chiamata linux-gnu-i486 e spostarci dentro le librerie che invece sono state generate in una directory sbagliata (linux-gnu-i686). Si puo’ eseguire questa operazione anche con il nostro filemanager se dovessimo trovare difficolta’ via terminale.
    Adesso non ci rimane che aggiungere il modulo e configurarlo (nel video e’ mostrata la dock di default).
    😀

    Un ultima cosa. Per utilizzare itask-ng con un composite manager (ecomorph, bling etc..):

    enlightenment_remote -use-composite-set 1

    ..e successivamente abilitiamo il modulo.

    Se vogliamo disinstallare Itask-ng sara’ sufficiente lanciare questo comando:

    rm -r ~/.e/e/modules/itask-ng/

    Link Utili:

  • Wiki itask-ng (spiegazione aggiuntiva per l’installazione di e17 tramite script)
  • Wiki e17 Ubuntu Gutsy
  • Download alternativo
  • Tema utilizzato nel video:

  • Blue-theme
  • Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    3.91.79.74

    Valutazione 3.00 su 5
    happy wheels 2 demo

    Category:

    Senza categoria

    Tags:

    ,

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *

    17 Comments

    • uso quei pacchetti anche sulla sid … perfetti 😀
      ora provo la dock
      grazie divi come al solito per la chicca =)

        Quota

    • Ho installato e17 da pacchetti e tutto ok, ho però un grosso problema. Indipendentemente dalla risoluzione dello schermo (che decido dal pannello di configurazione di e) , tutte le applicazioni che lancio hanno un font molto piccolo (sia per i menu che per le scritte all’interno delle finestre). Lo stesso problema mi si era presentato anche con xfce, qualcuno sa aiutarmi ??

        Quota

    • giosimar ITALY Internet Explorer Windows 11 anni ago

      devo dire che ho provato un deludente kde4 su una live di kubuntu.
      sarà stata la live, ma dopo 5 minuti ho dovuto fare un bel reset hardware.

      al contrario, enlightment mi attrae maggiormente.
      proverò nel we!

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      e’ una dock interessante..assomiglia molto a kooldock, per intenderci.
      La configurazione e’ minimale ma ho notato che si puo’ sostituire benissimo anche a quella di default..anche se cosi’ somiglia un po’ a macosx.
      Ci voleva per e17..perche’ a quanto ne so..Engage non c’e’ piu’…
      @iridesp
      ne parlano qui

        Quota

    • NevidS ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      Ottima guida, adesso la provo.
      Un solo “ma”: ma perchè non aggiungi anche come disinstallare il tutto in caso uno non si trovi bene?
      So che può sembreare una banalità, ma se in una guida ben fatta come la tua uno trova tutte le marce fuorché la retro è un peccato.

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @NevidS

      ma perchè non aggiungi anche come disinstallare il tutto in caso uno non si trovi bene?

      rm -r ~/.e/e/modules/itask-ng/

        Quota

    • NevidS ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      Grazie Divi.
      Il mio voleva essere un suggerimento: se alla fine delle guide metti anche il sistema per tornare a come si è lasciato il sistema potrebbe essere una cosa in più che non tutti fanno 😉

        Quota

    • Divi, ciao!

      Che ne dici di aggiornare e integrare questa guida http://wiki.ubuntu-it.org/AmbienteGrafico/Enlightenment17 con le tue istruzioni??

      Dai su, almeno tu aiutami! Io ho sempre poco tempo, e lo spendo tutto nel combattere contro i congiuntivi idrofobi e i condizionali pelosi di cui sono piene zeppe le guide scritte da Supremus!

      😀

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @quadrispo
      fatto..
      😀
      ..anche se servirebbe una piccola revisione

        Quota

    • Grazie Divi, alla revisione ci penso io.
      Rimanendo in argomento, uso un’espressione delle mie parti: e con questa http://wiki.ubuntu-it.org/AmbienteGrafico/Engage “che ce famo”? 😀 Mi pare di aver capito che Itask-ng abbia definitivamente sostituito engage, mi sbaglio?

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @quadrispo
      gia’, engage non esiste piu’..almeno nei repository no..nella versione cvs idem..
      Me ne sono accorto qualche mese fa.

        Quota

    • divilinu ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 11 anni ago

      @quadrispo
      A breve anche una piccola delucidazione sul neonato ecomorph
      Il wiki ufficiale e’ preciso, ma non sono specificate le librerie da installare per la compilazione
      😀

        Quota

    • Bene! Noi admin del wii siamo sempre lieti di ricevere nuovi contributi

        Quota