Image Hosted by ImageShack.us

Questo patch-set fa parte di un lavoro portato avanti da Vipernicus (un utente Gentoo) e comprende:

/* Patch List */
2.6.21-sd-0.46.patch
2.6.21-sd-0.46-boost.patch
2.6.21-sd-0.46-boost-tunable.patch
genpatches-rollup-2.6.21-1.patch
ck-desktop-rollup-2.6.21.patch
cpu-support-rollup.patch
rcu-preempt-rollup-2.6.21.patch
adaptive-readahead-2.6.21.patch
realtime-lsm.patch
suspend2-2.2.9.13-for-2.6.21.patch
linux-phc-0.2.9-for-2.6.21.patch
thinkpad-for-2.6.21-1.patch
fs-ext4-2.6.21-update1.patch
fs-reiser4-for-2.6.21.patch
fs-unionfs-2.0-for-2.6.21.patch
enable-4k-stacks-default-2.6.21.patch
hz-864-kconfig-option.patch
daconfig-2.3.1-2.6.21.patch
viper-version.patch

Traducendo dall’inglese i propositi di queste modifiche leggiamo:

The main goal of this patchset is pretty much to offer the latest features, decrease latencies, decrease overhead, and improve interactivity. The only difference is experimental versions of everything. I boot test each release and run for an extended amount of time.

L’obiettivo principale di questo patchset e’ fornire le ultime features,diminuire la latenza,diminuire l’overhead (leggere overhead-computazionale) e migliorare l’interattivita’.L’unica differenza e’ la sperimentazione su tutto. Ho portato avanti dei test per ogni versione e per un periodo prolungato.(T.d.D)

Wow..che inglese
😉
siete apertamente invitati a lanciarmi le pietre.

A parte questi piccoli problemi linguistici..ho applicato la patch e cercato nella configurazione parte di questi miglioramenti introdotti da Vipernicus. Il kernel usato per la prova e’ l’ultimo 2.6.21.5
.
Gia’ che ci siamo, possiamo patchare (se gia’ non lo abbiamo fatto) la configurazione del kernel per adattarla all’italiano.
Cito dalla guida ufficiale Massimo Solira Progetto Configurazione Italiana Kernel Linux:

Scarichiamo la patch(per il kernel 2.6.21.5) e scompattiamola nella $HOME
-Seguiamo le istruzioni della guida:

La patch per la configurazione in italiano può essere applicata esclusivamente ai kernel “vanilla”, ovvero quelli ufficiali del sito http://www.kernel.org; accanto al link di ogni patch, più sotto, è eventualmente specificato tra parentesi fino a quale versione la patch stessa funziona.
Nel caso si abbia intenzione di aggiornare i sorgenti del kernel in proprio possesso è necessario rimuovere la patch “conf_it”.

Il comando da dare per l’applicazione della patch è il seguente:

$ patch -p1 -E -d dir_sorgente

dove dir_sorgente è la directory contenente i sorgenti da patchare (es. /usr/src/linux) e file_patch è il file della patch precedentemente scompattato. Il comando per la rimozione della patch sarà invece:

$ patch -p1 -R -E -d dir_sorgente

Si potrà a questo punto cominciare immediatamente con la configurazione e la compilazione del kernel.

Una volta aggiunta questa patch,sara’ piu’ facile muoversi tra le categorie della configurazione del kernel.
Purtroppo le patch Vipernicus sono e rimangono in inglese,perche’ non sono ufficiali..ecco il perche’ di questo misto italiano/inglese in quello che tentero’ di spiegare.

==================
The Quick and the Dead
==================

E’ giuto il momento di applicare questa patch.
Tra i vari metodi ho scelto,ovviamente, quello manuale perche’ meno soggetto ad errori e sicuramente piu’ familiare.

Download linux-2.6.21-viper1.bz2

Copiamola nei sorgenti del nostro kernel:

sudo mv linux-2.6.21-viper1.bz2 /usr/src/linux-2.6.21.5

cd /usr/src/linux-2.6.21.5

Applichiamo la patch:

bzcat linux-2.6.21-viper1.bz2 | patch -p1

ATTENZIONE: applicate la patch a sorgenti non ancora manipolati

Ora e’ possibile lanciare la configurazione del kernel per poi ricompilarlo col solito metodo(da root):

make-kpkg --initrd --append-to-version -versione kernel_image

APPUNTO:

Mi e’ tornata la voglia di menuconfig, perche’ con lo sfondo nero e’ davvero accattivante. Provate con:

make MENUCONFIG_COLOR=blackbg menuconfig

Image Hosted by ImageShack.us

========================
Panoramica sulle nuove funzioni
========================

X Priority Boost

Questa opzione garantisce piu’ CPU Time a X che non agli altri tasks. Utile per avere un sistema reattivo anche sotto massimo sforzo.
I valori sono compresi tra -20 e 20 e piu’ il valore e’ basso piu’ si migliorano le prestazioni. Come da nota:

0 = disattivato
-10 = Desktop interattivo
-19 = Desktop altamente interattivo

Image Hosted by ImageShack.us

Per impostare il valore,facciamo doppio click sull’opzione(nell’esempio xconfig). Nel textbox appena aperto inseriamo il valore desiderato (-19 come da screen)
Salviamo poi premendo invio.

Image Hosted by ImageShack.us

Suspend 2

Suspend2 is the ‘new and improved’ suspend support.

Viene liquidata cosi’ questa patch, ma per maggiori informazioni e’ possibile consultare il sito ufficiale Suspend2
Brevemente:

Suspend 2 ha una lunga lista di features, che includono la possibilita’ di cancellare il suspend semplicemente premendo Escape,immagine compressa per salvare tempo e spazio,una versatile architettura di plugin,e un pieno supporto alle macchine con alta capacita’ di memoria,preemption e SMP(multiprocessore).

Dal momento che questa patch e’ inclusa nel patchset di Vipernicus,ci dobbiamo fidare dell’effettivo funzionamento sebbene sarebbe piu’ opportuno installare questo highlight a parte.

Image Hosted by ImageShack.us

PREEMPT_RCU

Read-copy-update: Tecnologia del Kernel per migliorare le prestazioni su sistemi con piu’ di una CPU.
Per capire meglio come funziona e di cosa si tratta potete consultare Wikipedia

Dalla configurazione del kernel scegliamo general-setup. Spostiamo l’opzione su preemptible RCU

Image Hosted by ImageShack.us

Sistemi senza tick (tick dinamici) (NO_HZ)

Come riportato dall’autore, questa feature davvero interessante, e’ stata inclusa nel kernel 2.6.21, quindi la patch verra’ saltata.

The 2.6.21 kernel also includes a dynamic ticks (dynticks) feature. This allows kernels to run in a “tickless” mode that allows Linux to use power-saving features in today’s CPUs and thus save power on laptops when the system is idle.

Questa opzione abilita un sistema senza tick: gli interrupt
del timer avverranno solamente “al bisogno”, sia che il
sistema sia attivo o a riposo.

Sicuramente un ottima soluzione per i notebook. Spostiamoci nella sezione :

Tipo di processore e funzionalita’ – Sistemi senza Tick

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

In conclusione,queste sono le principali opzioni che dobbiamo impostare per ottimizzare ulteriormente il nostro sistema desktop.
Ce ne sono ancora,ma non posso inserirle tutte qui sul blog anche per motivi di spazio, non solo di incomprensione..perche’ alcune sono davvero complicate da capire ed e’ meglio lasciarle come sono..a meno che non siate competenti ( e io lo sono poco)
Sto cercando di capire anche io quello che sto facendo..e questo e’ solo un piccolo appunto di vita quotidiana. Non voglio spingere nessuno a patchare senza sapere che modifiche si stanno apportando al kernel.
Io mi sono buttato, ho applicato la patch Vipernicus in combinazione con quella cK e RT. Sembra tutto a posto..ora si tratta solo di andare a verificare queste nuove features e,ovviamente,utilizzare lo spazio dei commenti per tutte le impressioni sul caso.

Vipernicus
Gentoo
Linux-PHC

AGGIUNTA 23-06-07

Ecco uno degli effetti della patch:

Image Hosted by ImageShack.us

Il valore di nice -19 impostato prima viene applicato a svariati processi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tuo indirizzo ip:
3.91.157.213

Valutazione 3.00 su 5
happy wheels 2 demo

Category:

Senza categoria

Tags:

Commenti via Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

28 Comments

  • hai scritto “Tra i vari metodi ho scelto,ovviamente, quello manuale perche’ meno soggetto ad errori e sicuramente piu’ famigliare.
    complimenti, ottima guida ed ottimi spunti per approfondire la conoscenza del kernel. Continua così, sono sempre tutti molto interessanti!!!

      Quota

  • @belze
    grazie per la segnalazione dell’errore

      Quota

  • wesbluemarine ITALY 11 anni ago

    azz….mi si ferma ad un punto la compilazione….poi ti faccio vedere :p

      Quota

  • Premesso che amo molto poco usare patchset «esotici» e che sono un sostenitore della ricompilazione estrema solo dove necessaria, ritengo che questo pacchetto di patch sia quantomeno non più necessario dal 2.6.21 in avanti.
    Come hai ben detto il tickless è già stato integrato nel vanilla. L’RCU è già da tempo nel kenel, e anche patch spinte tipo questa dubito incrementino di molto le prestazioni se non in casi particolari. Il Priority Boost di X invece l’ho trovato finora molto utile, però vorrei farti notare come in Debian e derivate esiste un meccanismo simile da anni, rimanendo tranquillamente in userspace (man Xwrapper.config).
    Quanto al Suspend2, va fatto un plauso agli sviluppatori per l’alacre lavoro; spero che il uswsusp attualmente nel tree arrivi presto allo stesso livello: già ora è usabile, ma si notano ancora alcune pecche. Tuttavia, fidandomi delle scelte dei kernel developer, io ho smesso di applicare il suspend2 ributtandomi sulla sospensione del vanilla. Vedremo come andrà avanti 🙂

      Quota

  • @kaeso
    ottima spiegazione. Concordo
    😉

      Quota

  • wesbluemarine ITALY 11 anni ago

    divi ma sei sicuro che la patch che hai linkato vada bene con il 2.6.21.5?perchè mi dà un errore quando la applico….invece ho provato con la 2.6.21 e va tutto ok!

      Quota

  • se la patch e’ 2.6.21 va bene anche per le versioni di mezzo di solito.
    anche a me dava un errore..ma perche’ ho tentato varie volte di patchare i sorgenti e,forse,anche in maniera sbagliata
    ho ri-estratto il sorgente e l’ho ripatchato..e ha funzionato
    😉

      Quota

  • wesbluemarine ITALY 11 anni ago

    ma ha senso metterci anche kolivas?

      Quota

  • kolivas implementa un diverso tipo di scheduling (staircase) e di timer frequency..che invece non implementa questa pacth..quindi si..direi che ha senso

      Quota

  • wesbluemarine ITALY 11 anni ago

    divi io ho dei problemi con knetwork manager col kernel ricompilato con questa patch….all’avvio di kde sembra andare normalmente la rete ma poi si disconnette e devo cliccare su “rete cablata” e allora funziona tutto ok….hai qualche dritta?

      Quota

  • @wes
    leggi i link che ho messo a fine articolo..anche a qualcun altro e’ successa una cosa del genere

      Quota

  • wesbluemarine ITALY 11 anni ago

    patching file Makefile
    Hunk #1 FAILED at 1.
    1 out of 2 hunks FAILED — saving rejects to file Makefile.rej

    ma che significa?mi succede sempre questo ad un certo punto quando applico la patch nel nuovo kernel….

      Quota

  • @wes
    non lo so

      Quota

  • styley ITALY 11 anni ago

    @wesbluemarine:
    Stai usando il kernel 2.6.21.5?
    Questa patch è per 2.6.21, e checché se ne dica, la 2.6.21.5 è diversa dalla 2.6.21 a livello di codice (ovviamente), e quindi “patch” può avere problemi ad applicare il patchset viper.

      Quota

  • @styley
    si..cambia ed e’ una mossa azzardata applicarlo su di un kernel diverso da quello specificato nel nome-file della patch

      Quota

  • Divilinux scusa perchè quando applico la patch per la configurazione del kernel in italiano quando vado a creare il pacchetto del kernel con fakeroot mi richiede passo passo ogni scelta di configurazione ( per intenderci come quando fai make oldconfig e ti chiede che vuoi fare con le nuove opzioni)?
    Non è che sia poi questo problema perchè la applico, configuro, la tolgo e compilo e tutto va però è un po’ macchinoso.

    Ciao!

      Quota

  • @itbhp
    non ho capito sinceramente
    stai dicendo che quando lanci “make-kpkg –initrd –append etc…” ti viene chiesto di riconfigurare tutto di nuovo?
    hai lanciato make oldconfig prima di applicare la patch?

      Quota

  • Scusa se non sono stato preciso.
    Allora ho scaricato la patch per l’ultima stable release del kernel (2.6.21-5), l’ho applicata e ho potuto riconfigurare il kernel in italiano.
    Poi ho il comando:
    $sudo fakeroot make-kpkg –append-to-version -ati –revision=0 kernel_image
    e invece di compilare dopo un po’ di stringhe usuali iniziava a chiedere per ogni opzione del config come volessi impostarla nella stessa forma di make oldconfig per farti capire.
    Allora ho tolto la patch, ho ridato quel comando e tutto ha funzionato.

    Certo con questa procedura potrei riconfigurare il kernel in italiano e poi ricompilare tranquillamente ma è un po’ tediosa.

    ciao!

      Quota

  • @itbhp
    strano..non mi e’ mai capitato

    $sudo fakeroot make-kpkg –append-to-version -ati –revision=0 kernel_image

    io uso una piccola variazione,non so se puo’ risolvere:

    $make-kpkg –append-to-version -versione kernel_image

    –versione = quello che vuoi chiaramente
    il make-kpkg lo do da root,non con fakeroot

      Quota

  • ma sei un fan dei Maiden?

      Quota

  • @giovanni
    no..io ascolto salsa e merengue..e’ la patch che si chiama cosi’
    😉

      Quota

  • flavio ITALY 11 anni ago

    domanda numero 1: non riesco a patchare il sorgente del kernel mi dice access denied.
    domanda numero 2: come far funzionare audio e lan con il kernel vanilla su mb chipset nvidia 680
    grazie

      Quota

  • naygiai ITALY 11 anni ago

    ciao
    perche mi da questo errore quando cerco di applicare la patch?
    patching file kernel/workqueue.c
    patch: **** Can’t rename file /tmp/popIx5OF to kernel/workqueue.c : Permission denied
    sto usando kernel linux-2.6.21 e la patch linux-2.6.21-viper1.bz2
    grazie

      Quota

  • flavio ITALY 11 anni ago

    confermo l’errore di naygiai
    ho provato a ricompilare il kernel ottimizzandolo per il dual core.
    tutto bene.
    pero’ nonostante i driver forcedeth siano integrati nel kernel il network risulta ko!

      Quota

  • @tutti
    scusate ma io spesso uso l’account di root..anche per applicare la patch

      Quota

  • flavio ITALY 11 anni ago

    temo non si tratti di cio’ non si patcha nemmeno da root

      Quota

  • bautz ITALY 11 anni ago

    Probabilmente questa sarà l’ultima patch di Vipernicus.
    E’ doveroso un ringraziamento e un saluto per tutto quanto ha fatto.
    La triste notizia qui:
    http://forums.gentoo.org/viewtopic-t-572071.html

      Quota

  • @bautz
    🙁
    e’ terribile…

      Quota