Il Duo Sanremese più famoso dai 1561 metri in giù crede, anzi ha sempre creduto, che la meteorologia fosse una scienza inesatta e influenzabile da marionette comandate da un non meglio precisato Nuovo Ordine Mondiale, quello che non riesce a frenare la crescita demografica mondiale nonostante le chiare intenzioni di mattanza globale.
Possiamo accettare tutto: dagli strafalcioni scientifici a meno nobili stronzate a sostegno delle famigerate scie chimiche, ma quando ci sono le tragedie di mezzo sarebbe meglio rimanere in silenzio e riflettere.

Meteoweb con un articolo in risposta ad un video a dir poco assurdo, dove si ipotizza un fenomeno temporalesco “indotto” (secondo diabolici piani segreti), fa scudo sui suoi esperti meteo ferocemente attaccati da questi squilibrati.

Gli autori del video si prendono beffa del collega Alessio Grosso, stimato meteorologo e collega a cui va tutta la nostra solidarietà per quanto accaduto, accusandolo di “mistificare” l’evento mentre lo spiega in modo impeccabile. Quando Grosso parla di “celle temporalesche lineari“, gli autori del video scrivono che “le celle lineari non esistono“, e poco dopo mostrano un’immagine satellitare animata di temporali di calore estivi sul nord Italia, scrivendo che “in realtà le celle temporalesche sono vortici“. Basterebbe questo per chiudere la pagina di Youtube a chiunque ha studiato un minimo di meteorologia, ma non tutti conoscono le basi di questa scienza ancora di nicchia, e la gente comune non sa che i vortici di bassa pressione sono i centri delle perturbazioni in cui, in realtà, solitamente c’è calma di venti e cielo sereno, un pò come nell’occhio del ciclone. In alternativa, i vortici possono essere le trombe d’aria o i tornado, ma non assolutamente i temporali, che sono fenomeni che di vorticoso non hanno proprio nulla, trattandosi di cumulonembi con correnti ascensionali e discensionali molto intense. Inoltre parlare di “celle” o “cellule” temporalesche è la stessa identica cosa.
Il video scade poi nel ridicolo quando, per dimostrare che le celle lineari non esistono (e allora le squall-line cosa sono?), va a pescare un esperimento della Nasa che può spostare acqua da un piccolo laghetto a un’area circostante a fini di irrigazione per contrastare la siccità, ipotizzando che nel Tirreno sia stato installato un impianto del genere (!!!) per provocare il nubifragio di Roma.
Da studiosi di meteorologia e amanti della verità storica non possiamo rimanere indifferenti di fronte a tanta ignoranza che, purtroppo, rischia di diventare contagiosa su internet, strumento utilissimo e rivoluzionario che però ha anche i suoi aspetti negativi e, purtroppo, può consentire con maggior facilità la diffusione di enormi bufale clamorose, come questa, giocando sull’ignoranza della popolazione.
Anche se, probabilmente, in questo caso la bufala è stata “architettata” in assoluta buona fede, nel senso che anche chi ha realizzato quel video zeppo di baggianate è completamente ignorante in materia. Perchè se fosse qualcuno più esperto che ne capisce davvero, beh, in quel caso dovrebbe davvero vergognarsi di aver compiuto un gesto simile.

Ma questo non è nulla. Basta sbirciare il sito di meteorologia alternativa targato Tankerenemy per immergersi in un sub-mondo di sub-cazzate dove si ignorano categoricamente le scale sinottiche. Dal momento che i neologismi dei due sub-pezzenti possono disorientare l’utente a secco di nozioni climatiche, ho elaborato un piccolo glossario che confronta i termini “storpiati” maggiormente utilizzati dai nemici delle cisterne con quelli convenzionali:

Mortali velature:

Sono normali velature causate da aghi di ghiaccio in sospensione che non raggiungono il punto di fusione. Infatti, molto spesso sono indice di bel tempo. Nel dizionario sciachimista si tratta di “scie chimiche in espansione”, cioè reticoli mortali composti da particolato metallico, bario e alluminio, che potenziano il segnale delle antenne HAARP per migliorare le telecomunicazioni militari e per ammazzare un pò di povera gente tramite manipolazioni climatiche mirate. Due piccioni con una fava.
Recentemente, l’aumento del traffico aereo ha di fatto aumentato la presenza di scie di condensa. Tali scie possono intersecarsi fino a formare delle velature anche piuttosto estese ma assolutamente innoque, trattandosi sostanzialmente di vapore acqueo. Le scie di condensa si comportano fisicamente come delle vere e proprie nubi naturali, con l’unica differenza che non danno luogo a fenomeni meteorologici.

Nebbie o Foschie di ricaduta

La nebbia (agli irti colli) inizia a formarsi quando l’umidità relativa di una massa d’aria raggiunge il 100%, ovvero quando si ha saturazione del vapore acqueo in essa contenuto. La formazione può avvenire in vari modi, come descritto su Wikipedia.
Il termine “di ricaduta” non ha quindi alcun legame con questo fenomeno. Esiste invece la Nebbia Frontale (o da precipitazione) causata dall’evaporazione delle gocce d’acqua a contatto con l’aria secca che si trova dietro le nubi.
Secondo i ciarlatani la nebbia sarebbe un fenomeno indotto su larga scala. In questa supposta immagine la superficie di questa foschia chimica, composta da elementi igroscopici “di ricaduta”, si estenderebbe da un capo all’altro dell’Europa per milioni di km²:

Altri sinonimi: Cielo velato, bianchiccio, funereo, latiginoso

Strati artificiali igroscopici

Nuvole temporalesche, solitamente stratiformi e a quote anche inferiori ai 2000mt. “Nuvolosità compatta” è un espressione utilizzata dai Meteorologi come abbreviazione di un fenomeno più complesso. Secondo gli sciachimisti si tratterebbe invece strati artificiali spesso accompagnati da scie chimiche di tipo persistente, formate da polimeri igroscopici frutto di operazioni di aerosol clandestino per disperdere le nubi naturali e provocare siccità. È il contrario del cloud-seeding anche se spesso gli stessi complottisti fanno confusione sostenendo che gli elementi igroscopici creino precipitazioni. Da alcune esilaranti previsioni di tankerenemy meteo:

Mortali velature anche su Sud Italia ed isole, con scarsa probabilità di precipitazioni. Non sono però da escludere forti, ma brevi temporali. Rischio di nubifragi.

Altrove si potranno osservare coperture stratificate artificiali definite dai meteo ufficiali “nuvolosità medio-alta in transito, in ispessimento”

Ispessimento è stato ultimamente sostituito da “Parossistico”. Non vi spaventate, vuol dire la stessa cosa!

Sole velato e cielo bianchiccio sulle Peninsulari. Nubi in dissolvimento (a causa dei prodotti igroscopici dispersi dagli aerei)

Scie di condensa persistenti

Le scie di condensa sono persistenti quando le condizioni di temperatura, pressione e umidità rimangono pressochè costanti. Non c’è dubbio che oltre al vapore acqueo, nelle scie, si trovino anche biossido di carbonio, ossidi di azoto, monossido di carbonio, idrocarburi e altri elementi prodotti dalle emissioni dei gas di scarico. Tuttavia qfinoad oggi nessuna analisi ha confermato che nel terreno siano presenti tracce di particolato (o di polimeri) riconducibili ad attività “di aerosol clandestine”.
Per prevedere la persistenza di una scia non bisogna guardare “i bordi” o peggio ancora il modello di aeromobile che l’ha rilasciata.

Recentemente, su iniziativa privata, è stato messo a punto un software che si chiama CONTRAILS SOUNDINGS & FORECASTING e che consente di determinare, sulla base dei dati meteo presenti nei radiosondaggi rilasciati quotidianamente, la possibilità di formazione e persistenza delle scie di condensazione a differenti livelli di quota/pressione atmosferica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tuo indirizzo ip:
54.167.41.199

Valutazione 3.00 su 5
happy wheels 2 demo

Commenti via Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

5 Comments

  • L’unico ignorante mi sembra chi ha scritto l’articolo, incapace di scrivere correttamente in italiano e diffondendo disinformazione.
    E’ evidente che l’autore non è ben informato e parla a sproposito, veramente imbarazzante..
    In ogni caso lascio un link di vera INFORMAZIONE da parte di persone sicuramente più competente: http://www.youtube.com/watch?v=_Evw8ZmbS38

      Quota

  • Lo:
    L’unico ignorante mi sembra chi ha scritto l’articolo, incapace di scrivere correttamente in italiano e diffondendo disinformazione.
    E’ evidente che l’autore non è ben informato e parla a sproposito, veramente imbarazzante..
    In ogni caso lascio un link di vera INFORMAZIONE da parte di persone sicuramente più competente: http://www.youtube.com/watch?v=_Evw8ZmbS38

    Non avresti potuto citare un esempio migliore, dato che volevi parlare di ignoranti e disinformazione. Ecco qualche chicca di Mini, che in una nota intervista a Radio Base ammette di non avere alcuna competenza in materia di meteorologia (e non solo):

    Non so dire la differenza tra quelle di condensazione (scie n.d.D) e quelle lasciate a bella posta… e non so neanche fino a che punto, quelle lasciate a bella posta, quale sia la posta!

    E ancora:

    le onde elettromagnetiche particolari emesse da HAARP possono modificare la materia a livello atomico.

    Egli stesso si dichiara possibilistico e usa sempre il condizionale quando parla di HAARP e di strategie militari. Insomma esprime una sua opinione e niente di più.

    Invece, a proposito di italiano corretto, sei quasi riuscito a scrivere tutto giusto…poi però ti sei perso sul finale. Succede…

    In ogni caso lascio un link di vera INFORMAZIONE da parte di persone sicuramente più competente

      Quota

  • Ecco un articolo della premiata ditta Sciacalli & Avvoltoi S.R.L che ci spiega come qualcuno aveva “previsto” la catastrofe di Genova (indovinate chi?..si proprio lui…).

    Ma questa disgrazia davvero non si poteva evitare? Ne parlano qui, in maniera sicuramente più seria, competente e riflessiva

      Quota

  • Divilinux continua a scrivere sul pinguino, e lascia perdere la disinformazione… Prima studia cosa sono le scie chimiche e poi se ne riparla. A meno che non ti sei venduto come tutti gli altri del CICAP, Paolo Atti(minchia)vissimo e vari rappresentanti delle istituzioni coinvolte.

    Ciao buona giornata

      Quota

  • leo: Divilinux continua a scrivere sul pinguino, e lascia perdere la disinformazione… Prima studia cosa sono le scie chimiche e poi se ne riparla. A meno che non ti sei venduto come tutti gli altri del CICAP, Paolo Atti(minchia)vissimo e vari rappresentanti delle istituzioni coinvolte.

    Ciao buona giornata

    Studiare qualcosa che non esiste è difficile, come lo è del resto leggere l’abnorme quantità di cazzate che gente come il duo del terrazzino sparge ai 4 venti. La meteorologia invece si, quella l’ho studiata…ma non è riconosciuta dal mondo parascientifico.

      Quota