image hosting by Twango

Questa purtroppo la devo scrivere..anche se avevo deciso all’inizio della creazione dl blog..di non menzionarla nemmeno..ma la Microsoft mi ha letteralmente fatto sbellicare dalle risate.
Premetto che non sono mai stato,non lo sono e mai saro’ un utente Windows..perche’ un sistema operativo l’ho gia’ trovato..e non me ne servono altri (non sceglierei comunque MS)..quindi le mie osservazioni sono limitate a cio’ che si dice e cio’ che si legge.

Osservando questo articolo ho notato che le smentite della Microsoft rasentano il goliardico..ovvero..confermano in tutto e per tutto quelli che loro chiamano “luoghi comuni su Windows Vista!!!
Entriamo nel dettaglio (non conoscendo office mi limito solamente ai primi 5 chiarimenti)

1-Windows Vista impedisce la riproduzione dei miei contenuti digitali preferiti

Non esista alcuna differenza, in questo senso, tra Windows XP e Windows Vista. Esattamente come Windows XP, il sistema è abilitato alla riproduzione di materiale protetto da DRM (Digital Rights Management), una piattaforma di provata efficacia che consente di proteggere e distribuire in modo sicuro contenuti digitali per la riproduzione su computer, dispositivi portatili o periferiche di rete. Si tratta di una tecnologia che, se applicata, consente la regolare acquisizione di licenze a tutela della proprietà intellettuale e del diritto d’autore. È quindi facoltà del produttore del contenuto digitale decidere se proteggere o meno il file utilizzando la teconologia DRM. I file che non prevedono la crittografia DRM sono invece riproducibili senza ricorrere ad alcuna autenticazione.

SPIEGAZIONE NASCOSTA: si e’ vero..ma abbiamo lasciato la facolta’ alle case discografiche di bloccare o meno,mediante la nostra tecnologia,i contenuti digitali

2-Windows Vista costa più di Windows XP

Windows Vista, pur apportando numerosi benefici rispetto al passato, ha costi simili a Windows XP. I prezzi delle edizioni di Windows XP Home e Professional e delle corrispettive di Windows Vista (vale a dire Home Basic e Business) sono allineati. Chi acquista un PC nuovo può avvantaggiarsi della preinstallazione di Windows Vista, conveniente sia sotto il profilo pratico (non richiede un’installazione manuale da parte dell’utente) che economico (poiché non viene richiesto all’utente un ulteriore esborso rispetto al prezzo del sistema). Già alla fine di Aprile ben più dell’80% dei computer offerti erano ormai disponibili con una versione di Windows Vista preinstallata e, in particolare, in oltre il 50% dei casi con Windows Vista Home Premium. Chi ha già un PC e desidera dotarlo di Windows Vista può invece recarsi presso i punti vendita qualificati e richiedere un prodotto confezionato: a partire da 99€ esistono edizioni in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

SPIEGAZIONE NASCOSTA: si costa di piu’..ma non ve ne accorgete perche’ il prezzo di Vista viene ricaricato sul computer,e non potete chiederne il rimborso.
Inoltre abbiamo creato diverse versioni..ben piu’ costose di 99 euro..ma destinate solo alle persone che “valgono” e che vogliono spendere per avere lo stesso sistema operativo di 6 anni fa (xp)

3-Windows Vista è incompatibile con dispositivi e applicativi

La quasi totalità dei produttori hardware ha rilasciato driver ad hoc per Windows Vista o prevede di farlo in tempi brevissimi, pertanto chi acquista il nuovo sistema operativo potrà reperirli all’interno del DVD di installazione, tramite Windows Update o il supporto online del produttore. Microsoft collabora attivamente con i propri partner, fornendo loro tutto il know-how necessario per estendere la compatibilità ad un numero sempre crescente di device: a questo fine ha istituito un programma di certificazione hardware per consentire all’utenza di individuare immediatamente la migliore soluzione per il proprio sistema. Sul fronte software, nel corso dello sviluppo di Windows Vista, Microsoft ha testato numerosissime applicazioni per garantire il maggior livello possibile di compatibilità. I test non si sono fermati ovviamente con il rilascio della versione definitiva ma sono continuati: tant’è vero che già nei primi giorni di Maggio, quindi solo 3 mesi dopo il rilascio al grande pubblico del nuovo sistema operativo, ben il 95% dei dispositivi – su un totale di circa 1,7 milioni di dispositivi conosciuti – sono pienamente compatibili con Windows vista e mancano solo circa 900 drivers (oltre a tutto per la maggior parte relativi a scanner e vecchi modelli di schede TV) per raggiungere il 100% di compatibilità. È inoltre già disponibile il tool che consente a tutti i clienti e partner di testare, riportare e condividere le informazioni relativi a problemi di compatibilità di specifiche applicazioni (vedi ACT 5.0.1). Sono inoltre pienamente compatibili sia i 5 principali software antivirus disponibili in commercio, sia le ultime versioni delle applicazioni gratuite disponibili online (ad es. iTunes, Adobe e Shockwave). Nel caso in cui vecchie applicazioni, sviluppate su sistemi obsoleti, non risultassero adattabili alla nuova architettura software, è comunque possibile ricorrere gratuitamente a Virtual PC 2007, un sistema di virtualizzazione che consente di ricreare su Windows Vista sistemi operativi di vecchia generazione.

SPIEGAZIONE NASCOSTA: ve ne siete accorti?,…stiamo solo allungando il brodo in attesa che i produttori hardware capiscano i sorgenti che gli abbiamo messo a disposizione..quindi per ora qualche periferica non funziona..

4-Windows Vista richiede un PC particolarmente potente

La grandissima maggioranza dei PC in commercio è perfettamente in grado di supportare Windows Vista. Una delle grandi innovazioni introdotte dal nuovo sistema Microsoft consiste nella “scalabilità” delle sue prestazioni, ovvero nella sua capacità di adeguarsi alla tipologia di hardware su cui viene installato. Qualora il PC non abbia i requisiti per supportare l’interfaccia grafica Windows Aero, ad esempio, il sistema adotterà automaticamente la combinazione colori Windows Vista Basic, sacrificando in parte l’impatto estetico senza però rinunciare alle nuove funzionalità di ricerca, collaborazione e intrattenimento. Grazie alla tecnologia Superfetch, inoltre, l’allocazione della memoria avviene in maniera più efficiente rispetto al passato: sono sufficienti 512 MB di RAM per godere dei vantaggi di Windows Vista. ReadyBoost, inoltre, consente di sfruttare un dispositivo di memorizzazione esterno (drive USB, schede di memoria) come cache addizionale, incrementando in questo modo la reattività del sistema: una sorta di iniezione di RAM senza intervenire all’interno del case. Windows Vista classifica ogni PC su cui è installato con un punteggio da 1 a 5.9, consentendo all’utente di individuare gli eventuali punti deboli dell’hardware (scheda video, memoria, velocità del processore…) e fornendo opportuni consigli su come ottimizzarne le prestazioni. Sempre in relazione alle performance del PC, è stato dimostrato come lo stesso PC con 1 GB di RAM sia, nelle operazioni di lavoro più comuni (Office, Adobe, Quicken, …), mediamente 15 secondi più veloce rispetto a Windows XP.

SPIEGAZIONE NASCOSTA: e’ vero..infatti sui pc vecchi Vista girera’ con affanno e senza le features caratteristiche di questo Os..
512MB sembrano pochi ma con altri sistemi operativi sono anche troppi..ad esempio con ubuntu e’ possibile farci girare anche la nonna col passeggino…

5-Windows Vista “spia” il computer violando la mia privacy

Assolutamente falso. Microsoft è da sempre impegnata nel rigoroso rispetto della privacy dei propri clienti, tanto da aver fatto ricorso ad alcuni importanti enti per la certificazione delle proprie applicazioni.
Un esempio è rappresentato da Windows Genuine Advantage, il programma che aiuta gli utenti a verificare l’originalità del software Windows installato sul proprio PC, che ha ottenuto dall’omonimo ente tedesco la prestigiosa certificazione TUV. WGA, come d’altronde tutti i servizi Microsoft relativi al mondo di Windows Vista, non raccoglie informazioni o dati degli utenti e non può essere utilizzato per identificare PC o utilizzatori di prodotti non originali.


SPIEGAZIONE NASCOSTA
: assolutamente vero..tanto l’utente non lo potra’ mai sapere..anzi..stiamo cercando di perfezionare questa “feature” per cercare di contrastare il fenomeno della pirateria.

…Cosa ne pensate?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tuo indirizzo ip:
34.238.192.150

Valutazione 3.00 su 5
happy wheels 2 demo

Category:

Senza categoria

Tags:

Commenti via Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

31 Comments

  • Penso che questi di M$ siano bravi sempre e solo a spalare merda, caro Divilinux. Del resto è chiaro come il sole che abbiano paura e che le loro vendite stiano calando, sennò che motivo avrebbero di sparare così nel mucchio? Che io ricordi non c’era nessun “10 motivi da sfatare su win XP”, no?

      Quota

  • bautz ITALY 12 anni ago

    D’accordo con te.
    Da notare che le critiche a vista arrivano pincipalmente da utenti windows (sai quanta gente chiede ancora xp invece di vista?).
    Ci sarebbero delle aggiunte, e che aggiunte!, ma non voglio contaminare un bel blog su kubuntu.
    Purtroppo molte persone (e molte aziende), pur condividendo la tua visione, non lo abbandonano per colpa del FUD. E’ quello il grosso ostacolo. La paura di essere fuorilegge e di pagarla cara.

      Quota

  • Io devo comperare un portatile, e sono nei guai perché quasi sicuramente dovrò accettare l’appioppamento di Vista… abituato al mio Ubuntu sarà un brutto colpo…

      Quota

  • Che cos’è Vista ?

    😉

      Quota

  • dannanto ITALY 12 anni ago

    Forse abbiamo speranza con i Dell che a quanto pare useranno anche Ubuntu.

      Quota

  • francis ITALY 12 anni ago

    Se il “mondo linux” vuole attaccare ora è il momento!

      Quota

  • Sono completamente d’accordo su tutti i “punti nascosti”!

    @ francis: dimentichi che il popolo di linux, per fortuna della M$, è davvero moooolto buono…

    A questo punto non mi resta che citare una delle frasi che adoro sentire dalla mia professoressa di storia: “Gli ignoranti si cuociano nel proprio brodo!”

      Quota

  • Beh, di possibilità per evitare Vista ce ne sono: un esempio è Santech, produttore italiano che commercializza portatili senza sistema operativo 🙂

      Quota

  • Articolo bellissimo. Complimenti

      Quota

  • Gianca ITALY 12 anni ago

    @ Subbaqquo
    Al lavoro mi hanno comprato un Dell e anche se con qualche peripezia sono riusciti a farmi avere Xp e non (s)Vista…provaci…cmq è un ottimo lap.
    @Divilinux
    Come accidenti hai fatto a non aver mai usato Win? Almeno all’inizio…?

      Quota

  • @ Subbaqquo: in realtà ho sentito che puoi chiedere al venditore di venderti il portatile senza Vista, e lui ha il dovere di detrarre anche il costo del Sistema Operativo…

    Per quanto riguarda il punto “Windows Vista richiede un PC particolarmente potente” vi dico solo che la Federal Aviation Administration (FAA) americana spiega che Vista richiede due volte la memoria di quanto previsto dalla configurazione standard dei desktop installati attualmente e perciò hanno deciso di passare a Linux!!!

      Quota

  • @ phoenix: senza considerare tutto il disastro ecologico che comporta cambiare un computer, che nel 90% dei casi significa buttare via quello vecchio!

      Quota

  • Bravo, ti rispetto.
    Aggiungerei un commento.

    Ma che cazzo significa che Vista nelle operazioni più comuni è mediamente più veloce di 15 secondi?

    Cioè, facciamo un paragone: è un po come dire che mediamente io mi faccio la barba con 15 secondi di meno usando un rasoio Gillette con 3 lame invece di 2? Non è vero. Comunque dovrò passare il rasoio su tutti il viso per radermi, no?

    Allo stesso modo, un paragone in termini di velocità lo si può fare solo a parità di hardware, con un pari supporto delle accelerazioni svuluppate negli anni ed a sistema vuoto. Su cosa si sono basati questi umuncoli per misurare i 15 secondi?

    Vabbè, vi do io il segreto amici. Vista è più veloce nell’essere rimosso in favore di Linux di ben 5 minuti: appena si getta uno sguardo all’interfaccia si capisce che è il momento di passare ad Ubuntu.

    Joe

      Quota

  • Fabio ITALY 12 anni ago

    Cioè, poi detto da chi? Da MS? “Oste, il vino è buono?” (mai trovato nessuno che abbia detto “No, è vinaccio allungato che l’uva manco sa com’è fatta”.
    E comunque mi permetto di suggerirti di continuare a tener fede a quanto ti eri ripromesso di fare alla creazione del blog: il software di MS non è un argomento interessante.
    Ciao e ancora complimenti.

      Quota

  • @gianca
    il primo computer della via vita aveva debian preinstallato
    @phoneix
    si il rimborso e’ possibile..ma ti sfiancano finche’ non ci rinunci..;)

      Quota

  • @subbaqquo
    Sbaglio o si può chiedere di non avere Winzozz preinstallato, e quindi vieni rimborsato dei soldi? Forse questa è solo una minchiata, ma non ricordo…

      Quota

  • Marco ITALY 12 anni ago

    Si.. poi arriva HP e dice che il tuo portatile non può esistere senza Windows sopra… Mah

      Quota

  • vista a mio avviso è un xp sistemato a livello grafico, piu pesante e credo con vita un pò piu breve di xp. Quello che voglio dirvi, però, è di aprire gli occhi perchè secondo me la strada intrapresa da ubuntu non porta a nulla di buono. Il fatto di creare tool e features grafiche che devono sopperire alla preparazione dell’utente sta rendendo questo sistema piu pesante di quello che dovrebbe essere e poi, sinceramente, non capisco perchè all’installazione non fanno scegliere all’utente cosa installare.
    Credo che a breve passerò ad arch..ubuntu sta diventando la nuova mandriva..

      Quota

  • @clarkkent
    colpito e affondato..
    aggiungo,oltre a quello che hai citato,che sta diventando pesante anche il kernel..;)

      Quota

  • Forse su Ubuntu avete ragione, il punto è che è stato il mio primo linux ed ha avuto il merito di farmi stare finora già un anno e mezzo senza windows sul pc, senza contare che di cose ne ho imparate eccome…
    Poi, quando ne saprò abbastanza, sicuramente farò il salto a Debian :). Ubuntu è la mia rampa di lancio!!

      Quota

  • Fabio ITALY 12 anni ago

    Debian testing con kde la sto provando ogni tanto su una partizione da un mesetto…
    Pro: veramente niente male, è anche un po’ + veloce di KubuFeisty (che mi va mooolto bene). Inoltre mi sfagiola molto l’idea di avere sempre un sistema aggiornato senza dover reinstallare da 0, ma in fondo questo è possibile anche con Kubuntu.
    Contro: dopo un aggiornamento che mplayer non andava +, cosa che si è risolta da sola all’aggiornamento successivo, quindi probabilmente sarà stato un pacchetto difettoso, però con Kubuntu non mi è mai capitato. Inoltre non mi ha riconosciuto al volo il lettore di memorie SD, mentre Kubuntu sì.

      Quota

  • il discorso dei lettori e dei dispositivi non dipende mai dalla distribuzione ma sempre dal kernel..;)
    si vede che il kernel di debian non aveva quel modulo..quello della feisty si..
    Io sono riuscito a speedare abbastanza bene kubuntu..ed e’ velocissimo,ancora
    non sono riuscito a vedere qualcosa di piu’ veloce…forse zenwalk con xfce…

      Quota

  • Birillo ITALY 12 anni ago

    Suvvia, Ubuntu starà diventando anche pesante, ma è ancora un ottimo sistema operativo. Come ha già detto qualcuno è un eccellente trampolino di lancio, soprattutto per chi deve cimentarsi nell’impresa di abbandonare Windows. Indipendentemente dalla sua “pesantezza” (che io francamente non avverto) si dimostra eccellente in confronto a Windows, che se intasato di applicazioni e servizi gira veramente a stento. Ubuntu installando più o meno gli stessi corrispettivi programmi (editors vari, java, mysql, lettori musicali e video e quant’altro) va ancora che è una meraviglia.

    Se poi si diventa maniaci delle prestazioni, allora potrei anche darvi ragione, ma credo che Ubuntu stia puntando molto sull’usabilità (in modo pulitissimo tra il resto) cosa che altri Linux magari ancora non fanno (Gentoo in primis, a mio modo di vedere le cose). D’altronde se si vuole appoggiare un mucchio di utenza inesperta, la parola d’ordine è user-friendly e se per soddisfarla bisogna perdere in qualcosa non è un problema, basta che il tutto rimanga open che poi ci sarà la comunità ad ottimizzare le cose… ^___^

      Quota

  • @Birillo
    Sapendo dove mettere le mani ogni distro e’ bene o male uguale all’altra in termini di prestazioni
    di default pero’,rispetto ad ubuntu,c’e’ di meglio…
    Ubuntu e’ dichiaratamente dalla parte dei novizi..ma secondo me dice delle castronerie quando dice che puo’ essere interessante anche per l’utente esperto…

      Quota

  • Birillo ITALY 12 anni ago

    Beh quello no, se è per mettersi a fare cose serie credo anch’io che è meglio buttarsi su un’altra distro, però per quanto riguarda il resto Ubuntu è il top (per il momento; son curioso di vedere la prossima Fedora).

      Quota

  • beh, se sono costretto a rimuovere il network manager perchè forza le sue impostazioni sovrascrivendo le mie manuali vuol dire che proprio tutto bene non va..

      Quota

  • Birillo ITALY 12 anni ago

    quisquilie…

      Quota

  • Markon ITALY 12 anni ago

    ahahahah grande Divilinux!
    Cavolo, come fa la gente a non accorgersi della fregatura ? A me è piaciuta tantissimo questa:

    Chi acquista un PC nuovo può avvantaggiarsi della preinstallazione di Windows Vista, conveniente sia sotto il profilo pratico (non richiede un’installazione manuale da parte dell’utente) che economico (poiché non viene richiesto all’utente un ulteriore esborso rispetto al prezzo del sistema).

    E’ proprio una presa per il culo!
    Non richiede un’ installazione manuale dall’utente: ignorante sei e ignorante rimarrai.
    Non viene richiesto all’utente un ulteriore esborso rispetto al prezzo del sistema: eh, ci mancherebbe! Non bastano i 100-150 euro che si devono rimettere per avere questo schifo ? -.- Ne vorresti anche altri?
    Ecco come si diventa il più ricco del mondo 😀 .. fregando la gente..

      Quota

  • @Markon
    di solito uno e’ ricco perche’ non fa beneficienza..;)

      Quota

Pings

  1. Top Posts « WordPress.com UNITED STATES 18 Maggio 2007
  2. Ubuntu vs Windows : Free Notes GERMANY 14 Novembre 2007