Che gli sciachimisti fossero degli strani individui lo si era capito da tempo. Passano le loro giornate a controllare i cieli per fotografare semplici scie di condensa, scambiano ragnatele per polimeri (fate le pulizie una volta ogni tanto), rompono i coglioni all’A.R.P.A.T per far analizzare l’acqua che “inspiegabilmente” non contiene bario nè alluminio, contemplano cieli “latiginosi” dal terrazzino di casa, falsificano vecchi VHS facendosi pure beccare nel giro di pochi minuti.

Ma questa volta, oltre alla paranoia generalizzata, sembra che stia dilagando una rarissima forma di mania ossessivo-compulsiva che io ho rinominato “sindrome da C.S.I”, ovvero quella spinta irrefrenabile a compiere tutti i giorni delle indagini a tappeto sulla vita privata di onesti cittadini violando la loro privacy e riprendendoli di nascosti da dietro gli angoli della strada come delle vecchie baldracche ancora in attività.

Cosa ci faceva Straker, al secolo Rosario Marcianò il leader di un grappolo di poveracci sciachimisti, Lunedì 11 Luglio in via Volta a Sanremo? Da come lo descrive il Comandante – Lord Cascon – sembra che stesse passeggiando allegramente per i fatti suoi quando, tutto ad un tratto, si ritrova faccia a faccia un losco agente dell’NWO che tenta di scattargli delle fotografie per poi sputtanarlo in rete (come se non si sputtanasse già da solo..mha). Wasp, per chi non lo sapesse, è un Sanremese che da anni si batte contro le panzane che raccontano i due compaesani “fortemente disturbati” Straker e suo fratello Zret. Leggete che cosa scrive l’omuncolo con la camicia blu:

Descrizione dell’episodio delle riprese video:

Sono le 18:30 circa delll’11 luglio 2011. La regale consorte di Angelo Nigrelli (Wasp), Teresa Barazzetti, esce dalla tipografia per dirigersi verso casa, non molto distante, e, voltando il cantone, mi riconosce. Sbianca in volto per la sorpresa, si precipita in un antro del parcheggio sotteranneo (con una “n” e due “r” n.d.D) di fronte, adagia sul marciapiede le sporte (volevi dire borse? n.d.D) della spesa e chiama l’augusto consorte. Costui esce dalla tipografia e, sapendo in quale angolo mi trovo, inizia ad inquadrarmi in quella direzione.
Conscio che deve essere “buona la prima” lo riprendo anch’io, pur sapendo che mi ha scorto. Poi il raffinato locutore tenta una provocazione, berciando: “Vaffanculo te e quello stronzo di tuo fratello!” (sic). Avrebbe certamente cercato di prendermi la videocamera, così decido di allontanarmi. Tenta di rincorrermi, ma, arrancando, dopo un po’, deve rinunciare. Ora mastica amaro, perché un agente scoperto è bruciato ed i primi a “scaricarlo” saranno i suoi sodali. Sarebbe stato preferibile se si fosse dedicato alla tipografia: meglio un misconosciuto, ma onesto artigiano che un famoso spione malato.

Ecco il video dell’incontro ravvicinato:

Come dite? No, non si sente nel video “Vaffanculo te e quello stronzo di tuo fratello!” ma un più pacato “sei un povero scemo” che tra l’altro rispecchia fedelmente la realtà. Cosa? No, non sta nemmeno rincorrendo o inseguendo Straker per cercare di rubargli la telecamera (ma allora l’ha fatta riparare finalmente!). Come si vede da queste immagini scattate da Wasp, che ha avuto la lucidità di imbracciare una macchina fotografica prima di uscire dal suo laboratorio, il “Rosicario” se ne stava appostato come una poiana con una telecamera in mano arso dalla irrefrenabile voglia di rivelare a quei quattro gonzi che lo seguono dati sensibili e identità di una persona che a quell’ora stava lavorando anzichè pedinare la gente come stava facendo invece il falso architetto:

Probabilmente oltre agli estremi di una denuncia ci sono anche gli estremi per vincere il Perlone 2011. Una bella rimonta se pensiamo che fino a qualche tempo fa Straker si trovava solamente al terzo posto secondo l’indice di gradimento di Perle Complottiste. Provvederò personalmente a segnalare questa “perla” indimenticabile che potrebbe far chiudere le votazioni in anticipo. Piena solidarietà a Wasp e spero che questa vicenda si risolva nella maniera migliore, cioè con Straker che finalmente si leva dai maroni….
🙂

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tuo indirizzo ip:
54.161.45.156

Valutazione 3.00 su 5
happy wheels 2 demo

Commenti via Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

2 Comments

  • astars ITALY Mozilla Firefox Linux 6 anni ago

    Questo è quello che succede a chiudere i manicomi.
    Sta gente è messa proprio male 😛

      Quota

  • Mha…io non li capisco proprio. Anzi si li capisco, hanno messo in piedi una colossale stronzata (le scie chimiche) ed ora hanno perso il controllo.

    Un ricercatore (indipendente) cosa fa? Ricerca, non si mette a pedinare le persone. Nemmeno gli istituti di investigazione privata possono fare una cosa del genere. Si limitano a monitorare parenti o coppie sposate e mai potrebbero riportare dati sensibili su internet.
    Prima bisognerebbe pensare a quello che si sta facendo, ma non sempre questi paranoici sono in grado di discernere dalla realtà.

      Quota