Un nuovo “mostro” incontrato morto sulle spiaggie di Glen Cove, contea di Nassau e localitá prossima a Montauk, cittá nota per i macabri ritrovamenti di carcasse animali. Animali terrestri e e ben conosciuti, come il procione ed il cane domestico, riutilizzati per sfidare la capacitá intellettiva di noi esseri umani – e prendersi gioco dei media – e per inondare la rete con operazioni di Marketing Virale.

Una volta dato il “la” é poi difficile non diffidare di tutte le notizie simili provenienti da quelle localitá.
Diciamo che di cani morti sulle spiaggie di tutto il mondo ce ne sono a migliaia. Quando faccio le mie passeggiate mattutine qui sulla spiaggia di Pratagy, mi capita spesso di imbattermi in cani, gatti, tartarughe marine, strani pesci tumefatti e in avanzato stato di decomposizione. Un corpo che rimane per alcune settimane in acqua va’ incontro ad un processo noto come “saponificazione” che rende molto difficile l’identificazione del cadavere. Tutti i tratti somatici vengono praticamente cancellati. Dal manuale di Tanatologia moderna:

  • Saponificazione. Consiste nella formazione di adipocera, un sapone insolubile, di aspetto lardaceo e untuoso e di odore sgradevole, prodotto dalla combinazione dei grassi neutri dei tessuti con sali di calcio e di magnesio presenti nell’acqua o nel terriccio umido in cui si trova il cadavere. E’ indispensabile l’assenza di aria. Il processo inizia dal tessuto sottocutaneo, quindi si diffonde al tessuto adiposo periviscerale. La saponificazione si rende evidente dopo alcune settimane e si completa in 12-18 mesi.

  • Ma ormai pare che sia diventata la moda del momento. Metti un pó di paroloni tipo “criptozoologia”, un povero animale sfigurato ed una localitá moderna e popolata, dove sembra incredibile che nessuno si accorga dei mostri che la circondano. Salvo poi ritrovarli ormai deceduti sulle splendide spiaggie di Long Island da increduli fotografi del mistero (improvvisati):

    Nella Slideshow, come si puó notare, l’animale viene ripreso da piú posizioni e da varie distanze. A giudicare dalle zampe direi che si tratta di un cane, “saponificato”, ridotto a brandelli dai pesci (se ne vede uno in una foto) e con un muso spelacchiato ad indicare la lunga permanenza in acque ghiacciate
    L’occhio non deve ingannare; Sembra appena uscito da un cartone animato ma l’effetto “occhio di pesce lesso” é il riflesso della luce ed il muso non é girato di lato ma appiattito:

    Il naso e le zampe, quindi, non dovrebbero lasciar dubbi. Tuttavia sarebbe interessante poterci mettere le mani sopra ed analizzare la carcassa in un laboratorio per togliere definitivamente questo dubbio. Non so se é stato fatto, probabilmente a quanto ne sappiamo i responsabili del sito Naturalplane possono anche aver preso sul serio una notizia-esca da un loro lettore in vena di scherzi.

    Sempre per rimanere in tema, provate a capire cosa siano quegli strani oggetti sotto il cavalcavia a ridosso del pilastro. Sembrerebbe un WTF, ma questa volta ho la soluzione. Non affannatevi a zoomare l’immagine per farvi soggiogare dalla Pareidolia, visto che i pixel assumono le dimensioni di un coniglio. Alieni appostati oppure qualche graffitaro notturno scappato all’improvviso lasciando una “opera” incompiuta? Pensate bene alla situazione: Un cavalcavia accessibile anche dal basso in una zona evidentemente periferica. Per saperlo con esattezza bisognerebbe avere una foto da distanza piú ravvicinata o con lo zoom ottico. Non affannatevi con Tyneye perché non otterrete alcun risultato, non l’ho scelta a caso la foto. Aspettate fino a domani … vi lascio con un poco di “suspense”.

    🙂

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    54.198.134.127

    Valutazione 4.33 su 5
    happy wheels 2 demo

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *

    4 Comments

    • astars ITALY Mozilla Firefox Ubuntu Linux 7 anni ago

      Quello che si vede nel cavalcavia sembra una cosa che e’ molto in voga anche dalle mie parti, due scarpe appese per i lacci.

      [Edit]
      Anzi no! Vedendo meglio sembrano due gatti o bestie simili.

        Quota

    • Fuochino..

      Forse ti puó aiutare questa immagine piú ravvicinata:

       

      [img]http://divilinux.netsons.org/wp-content/whats-on-that-bridge02-9.jpg[/img]

        Quota

    • 🙂
      [img]http://divilinux.netsons.org/wp-content/whats-on-that-bridge03-1.jpg[/img]

        Quota