Bozza scritta qualche settimana fa, e ripescata come “tappabuchi” causa scarsa voglia di scrivere e bambini appena nati che strillano come facoceri.

Tra le tante definizioni e terminologie che si possono attribuire ad una immagine divertente proveniente dalla rete c’e’ l’Epic Fail.
Un Epic Fail e’ una “paperata” epica, cioé che va al di la’ di ogni possibile immaginazione. Un maestro in questo campo e’ Rosario Marciano’ – leader spirituale della setta degli sciacomicari – che da sempre si diletta in performance falliche e per questo chiamato con l’appellativo di “Straker Puppa!”, persino dai piloti civili!. Un esempio su tutti l’imperdibile storia del Range finder.

Una semplice partita a Campo Minato, che termina ancora prima di cominciare, potrebbe rivelarsi un Epic Fail. Il significato, in questo caso, é “sfiga”:

L’Epic Fail e’ anche qualcosa di scandaloso o di talmente blasfemo da farci rimanere di stucco,come la trovata di questi ragazzi che improvvisano una celebre canzone dei Village People a fianco di un quadro rappresentante qualcosa di sacro:

Delle Epic Fail fanno parte in qualche modo anche le invenzioni stupide, kitch, di cattivo gusto o fuori moda, quelle che sorprendono di piu’ per la loro inutilitá che per tutto il resto:

Quando ci troviamo di fronte ad un rompicapo invece parliamo di Mindfuck. Riuscite a trovare cosa non quadra in questa foto?:

Le WTF – letteralmente “what the fuck” che in Italiano suona come “ma cosa ca**o..” – sono una variante delle Mindfuck. Si tratta spesso di oggetti dalle forme equivoche o di animali dai contorni non ben definiti. Il gioco é comprendere il trucco di base.
Quasi sempre c’e’ di mezzo un programma per il fotoritocco, e basta cambiare qualche pixel per deformare un semplice cane che salta nel prato e farlo diventare un essere dalle sembianze umanoidi. La foto risale al 2007 ma non sono riuscito a scoprire di piu’:

E visto che siamo in tema di strane creature, diamo uno sguardo anche alle “criptocastronate”. Questo genere di fotografie, che riprendono prevalentemente animali o insetti, vengono sapientemente “rivendute” sotto un altro forma, per dare un significato differente da quello originale. A volte, al posto degli animali veri, vengono piazzati dei pupazzi o degli innesti a dir poco “macabri”, cosí ben camuffati da farci dimenticare che le Sirene della mitologia antica NON ESISTONO. Quindi anche un semplice Heterocephalus glaber puo’ apparire come una creatura somigliante ad un ippopotamo “miniaturizzato” con la pelle di alieno:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tuo indirizzo ip:
54.162.166.214

Valutazione 3.00 su 5
happy wheels 2 demo

Category:

Senza categoria

Commenti via Facebook:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

6 Comments