• Fonte: AOL News
  • Ha due anni di eta’ e possiede 3 corna, una in piu’ della maggior parte dei suoi simili. La “mucca-unicorno”, nata in una fattoria cinese nella provincia di Hebei, e’ gia’ diventata un’attrazione turistica.
    Jia Kebing, il suo allevatore, aveva notato un piccolo bernoccolo al momento della nascita, ma non avrebbe mai immaginato che sarebbe cresciuto fino a diventare la bellezza di 20cm.

    Questo potrebbe spiegare le molte apparizioni di animali alati leggendari, gli Unicorni, descritti nella mitologia Indiana.
    Esiste un caso analogo registrato nel 1980. Due naturalisti Californiani, Otter G’Zell e Morning Glory, riescono a perfezionare una tecnica – gia’ utilizzata in paesi come l’Iraq – inventata negli anni ’30 , per impiantare un corno e farlo crescere al centro della testa, oppure per far crescere mucche e tori con un corno solo:

    Una capra manipolata:

    Nonostante le molte critiche di plagio, l’animale – ed il suo corno – sono stati giudicati autentici dall’USDA. Molti di questi animali venivano creati appositamente per fare da attrazione principale nei circhi di tutto il mondo. Ma la mucca non e’ l’unico animale soggetto a queste “malformazioni”.
    Esistono molti altri casi – In natura – di animali nati con un corno solo o con un corno al centro. A esempio questo cervo africano o questo cervo Italiano. E poi basti pensare al Narvalo ed al Rinoceronte.

    Per il momento questa notizia sembra essere vera e le fotografie autentiche. La mucca vive e vegeta nella felice fattoria cinese posando per i fotografi come una vera Star.
    Niente Photoshop quindi, ma rimane sempre il dubbio che quel corno possa essere stato impiantato da qualcuno bisognoso di raggranellare un po’ di soldi veloci, vedi anche la pubblicita’ ingannevole (non si tratta di una mucca-unicorno ma di mucca-tricorna).
    Vatti a fidare degli agricoltori Cinesi…

    🙂

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    54.162.166.214

    Valutazione 3.00 su 5
    happy wheels 2 demo

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *

    4 Comments