Ce ne sono a centinaia ma riconoscerli non e’ sempre facile.
I video fake sono la nuova frontiera dell’intrattenimento digitale. Chiunque puo’ realizzare o modificare un video per poi riproporlo in rete, cercando di spacciarlo come se fosse autentico al 100%.
Di solito si tratta di professionisti. Gente dal click facile, esperta di SEO e marketing virale.

A volte, invece, ci provano i mentecatti. Vuoi perche’ siano veramente mentecatti, o vuoi perche’ convinti ma inconsapevoli, invece che utilizzare metodi piu’ raffinati smitragliano raffiche di videoclip palesemente tarocchi su Youtube, facendosi cosi’ facilmente riconoscere. Il trucco riesce ancora meglio se il video non si ritocca affatto. Basta incorniciarlo in una storia creata ad-hoc per l’occasione.

Prendiamo il caso dei Fake Planes.
Questi aerei sarebbero degli ologrammi alieni luccicanti e sfuggenti, che solcano il cielo con la loro scia di morte e di distruzione.
Per alcuni questi aerei rilascerebbero delle sostanze per rendere l’aria elettrica e migliorare le comunicazioni clandestine.

Un video qualsiasi di un aereo in volo, ripreso con una scarsa apparecchiatura e con la luce del sole nettamente sfavorevole, puo’ tornare utile per ingannare e manipolare i gonzi, che puntualmente ci cascano. Salvate il filmato ed analizzatelo. Meglio se usate il VLC.

[youtube width=”400″ height=”300″]http://www.youtube.com/watch?v=lJK-WaBx8UU[/youtube]

Qui basterebbe il solo filtro del Videolan Modifica immagine->Gradiente, per constatare che il velivolo inquadrato non e’ un ologramma, a meno che l’ologramma non abbia una consistenza dimensionale. Quindi l’aereo non sparisce affatto. Ecco uno screenshot del video precedente con il filtro applicato. Semplice vero? Ma non l’hanno utilizzato:

Perche non l’hanno utilizzato? Si sarebbero contraddetti all’istante. Ma questo filtro sembra che invece venga utilizzato in un altro video per dimostrare che degli essere dimensionali, o dei dischi volanti, seguono da vicino un aereo che produce, secondo i complottisti, scie chimiche:

[youtube width=”400″ height=”300″]http://www.youtube.com/watch?v=Y_ZecoiHeIs[/youtube]

Nella sequenza, a circa 0:48s, quel puntino luminoso lascia due tracce inconfondibili, e sicuramente qualcuno di voi avra’ gia’ capito di cosa si tratta. Inoltre l’oggetto, se ben notate, non passa ne’ sopra ne’ sotto la scia di condensa perche’ e’ talmente veloce da confondersi con il colore evidenziato.
Gli sciachimisti, in versione debunker maleintenzionati, individuano cosi’ il solito effetto “rods” dovuto all’esposizione prolungata dell’obiettivo. Nelle immagini rallentate si vedono centinaia di corpuscoli in movimento ma evidentemente non cosi’ visibili da essere catturati. Possono essere qualsiasi cosa…polvere, insetti, materiale sospeso.

Basta mettersi come dei cretini a filmare tutti gli aerei che ci passano sopra la testa ed applicarci un filtro come questo, che per la cronaca si tratta dell’effetto Bump Effect del software in dotazione Sony.
Risultato? Un sacco di UFO dimensionali che seguono gli aerei. Se riprendete una capretta, e filtrate come una cozza, noterete che gli UFO seguono anche la capretta che bruca l’erba. Sono ovunque, e sempre catturati dalle macchine fotografiche o dalle videocamere.

  • Ecco un semplice mentecatto all’opera.
  • Il limite del complottista si ferma qui. Per lui queste prove non sono sufficienti a smontare l’assurda teoria degli ufo dimensionali che si fanno beccare con una Sony da poche centinaia di euro. Cosi’ nascono comitati, siti internet, comunita’ dedicate alla difesa di una teoria ormai sbufalata da tempo. Non c’e’ una sola prova a sostegno delle scie chimiche, lo sappiamo tutti, ma la sapiente arte del copia&incolla permette a questi individui di interconnettere i complotti in sinuosi incroci carpiati. Mischiano il vero col verosimile sporcandolo di scemenze. Un complotto vale l’altro. La paura e’ sempre quella che qualcuno voglia eliminarci…magari proprio il vicino di casa. Attenzione poi; Se il vicino avesse il vizio di scrutare il cielo da un terrazzino, meglio vendere tutto e trasferirsi altrove.

    A tal proposito WeWee, Medbunker, ha scritto recentemente un articolo, diviso in due parti, dove analizza il profilo del complottista. Un link da condividere con tutti, anche col vicino di casa che vi vuole morti…
    🙂

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

    Il tuo indirizzo ip:
    35.173.47.43

    Valutazione 3.00 su 5
    happy wheels 2 demo

    Commenti via Facebook:

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *